Sauna finlandese

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 
La sauna finlandese é uno di queste pratiche. Diffusa ovunque nel mondo è un bagno di calore tra i 80-100 gradi atto  stimolare una sudorazione forzata con effetto di tonificazione e liberazione delle tossine.
La sauna finlandese non è solo una pratica diffusa ma anche una tradizione culturale con radici millenarie che distingue la cultura e spiritualitá finlandese. Da sempre in Finlandia, la sauna è una pratica domestica, secondo ”Saunaseura ry” (l'associazione finlandese della sauna) in Finlandia nel 2014 troviamo circa 3.200.000 saune, a uso per una popolazione di 5.550.000 abitanti circa . Ogni appartamento, casa e luogo di lavoro quando viene ristrutturato o costruito la sauna é inclusa nel progetto.

Gli archeologici confermano che la sauna ha una tradizione che risale a circa 7000 prima di Cristo. Le saune nella preistoria erano delle cavitá scavate al termine di un breve pendio, sopra le quali veniva costruita una capanna, il tetto poi ricoperto da terra e muschio. All'interno si trovava un rudimentale caminetto fatto con delle pietre ammassate. Queste saune venivano usate anche come abitazione durante i lunghi inverni rigidi. Era consuetudine di gettare neve sulle pietre roventi per aumentare il calore.

La "Savusauna" o sauna a fumo è l' alternativa delle antiche saune, caratterizzata da una capanna in legno costruita su una piattaforma, con una sorta di stufa in pietra. Manca completamente il camino e il fumo saturava e scaldava preparando l’ambiente. Prima della sauna si arieggiava l’ambiente da un apposito foro.

La fase successiva nello sviluppo della sauna è stato il rivestimento di pietre con un cono di metallo e un camino tra la stufa e il foro sul soffitto, lasciando un'apertura per poter gettare l'acqua sulle pietre. Prima della seconda guerra mondiale cominciano a diffondersi stufe più moderne, sempre con delle pietre al loro interno. Queste nuove stufe avevano tempi di riscaldamento molto più rapidi rispetto alle 8-12 ore delle prime. In alcune zone del Paese le saune a fumo sono ancora usate per le occasioni speciali.
L'innovazione maggiore fu però la stufa elettrica, che eliminava anche la preoccupazione di alimentare il fuoco e procurarsi la legna e riducendo a 30 minuti la preparazione e il riscaldamento della sauna

La parola sauna è la parola finlandese píu diffusa nel mondo, la sua etimologia è ancestrale, si presume ha una origine dalla parola ”suowdnje” della lingua Saami (lappone). La traduzione del termine é :”rifugiarsi in un luogo caldo”. Probabilmente adottata dalle tribú ugro-finniche durante la colonizzazione dei attuali territori finnici, stimato nel 8500 a.C.

Nella storia finlandese, la sauna continua ad avere una forte valenza simbolica e rituale, infatti le famiglie oggi si riuniscono durante la sauna del fine settimana, un gesto comune e condiviso di pulizia fisica ma anche spirituale. Nella mia personale esperienza da italo-finlandese trattasi di un rituale familiare atto al benessere e unitá.

Oggi si dice in Finlandia che le persone non frequentano piú le chiese in Finlandia come era usanza poche generazioni fa, ma la sauna mantiene e diffonde con forza simbolica come un rituale sacro.

Jörn Dönner, scrittore finlandese di fama internazionale afferma che la sauna finlandese è profondamente radicata nella personalitá finlandese e sarebbe impossibile parlare della cultura e idenditá finlandese senza la sauna.

La sauna, il luogo sacro per eccellenza nella domus finlandese, in cui le fasi piú importanti della vita si avvicendano. Le donne partorivano in sauna fino al 1940, i malati venivano curati e i defunti venivano puliti prima dell’ultimo saluto, il funerale.

Una tradizione trasmessa oralmente che si ripete da secoli, ancora oggi la ritualitá si afferma anche nella vita pubblica, infatti il parlamento ha una sua grande sauna dove i rappresentanti si incontrano, senza vestiti, senza i simboli della societá, per confrontarsi e prendere le decisioni necessarie. Il termine è stato ufficializzato dal presidente Urho Kekkonen durante la guerra fredda il quale creó il neologismo ”tarpeellinen saunan diplomatia” la necessaria diplomazia da sauna”. Lo stesso presidente auspicava pubblicamente di poter morire in sauna.

Ho vissuto per motivi di famiglia e lavoro in Finlandia per vent'anni e mi sorprende ancora il valore profondo e tacito della sauna. Osservando la praticata dai bambini in sauna che fin dai primi passi sono stati iniziati all'uso dei rituali della sauna. Gli anziani che solo in sauna trasmettono la spontanea saggezza raccontando l’ esperienze della vita.

A mio avviso la sauna é per i finlandesi è un tempio, la stufa in finlandese ”kiuas” é altare della vita dove il sacrificio rituale ritmato del ”löyly” ovvero il gesto di gettare acqua sulle pietre roventi sibila il segreto della vita.

”Löyly” un idioma della lingua finnica con una esegesi che si dice che sia ancora piú antica della stessa parola sauna, indica lo spirito, il respiro la forza della vita (come menzionato nel libro: Lo spirito della sauna di Aino-Kaarina Mäkisalo).

Leggende, ancora oggi trasmesse solo oralmente, narrano del ”saunatontu” fata protettrice della sauna, dispensatrice di doni e punizioni di un po tente mondo ancestrale dell’inconscio collettivo finlandese. Appartenente a un modo animista ancora vivo nella famiglia finlandese. Connesso alla natura, di cui noi tutti gli uomini fanno simbioticamente parte e troppo spesso, l’uomo moderno, scientificamente disincantato dimentica, accecato dal suo cieco razionale orgoglio che solo distrugge e nulla crea.
Tags:
Copyright © Art and Earth Networks and Technology 2018

Search